Distorsione di caviglia: accorciare i tempi di recupero con la Flossing Therapy

INDICE

Introduzione

Essendo la distorsione di caviglia uno dei traumi più diffusi a livello epidemiologico, spesso, il gonfiore e il dolore gli sono purtroppo, inevitabilmente correlati. Esistono molteplici modi per procurarsi una distorsione di caviglia: mentre si corre, mentre si cammina con disattenzione, mentre si compiono sport ad alto impatto e svariatissime altre cause. Dal momento in cui ci rendiamo conto che sia successo qualcosa alla nostra caviglia, gli elementi che accenderanno il campanello di allarme saranno in prima istanza il dolore avvertito e il gonfiore che risulterà essere più o meno consistente. A questo punto susseguiranno limitazione funzionale, incapacità nel compiere correttamente la deambulazione (camminata), comparsa di un versamento ematico più o meno consistente e si avvertirà, infine, una sensazione di bruciore. Niente panico. Sappiamo esattamente come comportarci subito dopo aver subito un trauma alla caviglia (protocollo P.O.L.I.C.E.).

 Tuttavia, che ci si ritrovi in una fase più o meno acuta di una distorsione di caviglia, uno dei trattamenti terapeutici più efficaci nella risoluzione di questa problematica è l’applicazione di una particolare tecnica di bendaggio in lattice nota con il nome di Flossing Therapy. La Flossing Therapy è un trattamento fisioterapico che può essere utilizzato per la riduzione del dolore, per il miglioramento del range of motion o della mobilità articolare, per la riduzione del gonfiore, per la rigenerazione tissutale e per il rilascio di aderenze fra i vari tessuti. Questi sono solo alcuni dei motivi per cui la Flossing Therapy è considerata una validissima opzione terapeutica che garantirà l’immediato miglioramento della condizione del paziente. Vediamo nello specifico di cosa si tratta.

Cos’è la Flossing Therapy?

La Flossing Therapy, in America nota con il nome di Voodoo Flossing è una particolare tecnica di bendaggio che viene effettuata attraverso bende in lattice di diversa densità, resistenza e grandezza utilizzate in modalità diverse a seconda del distretto corporeo da trattare, a seconda della problematica del paziente e infine degli effetti che si vogliono ottenere da questa particolare metodologia di trattamento. La Flossing Therapy consiste di fatto nell’applicazione di una benda di silicone, andando a creare una compressione intermittente più o meno importante a seconda dell’effetto che si vuole ottenere. Nello stesso tempo, durante la compressione si lavorerà con metodi di mobilizzazioni attive, passive o attive-assistite, generando in tal modo una vera e propria manipolazione dei tessuti molli della zona trattata. È una tecnica potente ed efficace che mira a ripristinare nell’immediato il ROM completo di movimento articolare e a mobilizzare tutte le strutture cutanee, fluidiche, fasciali, muscolari e nervose. La varietà della metodica di lavoro consente di utilizzare questa terapia non solo sulle distorsioni di caviglia, ma in moltissime altre patologie ( sciatalgia, distorsoni, articolarità ridotta, tendinopatie, aderenze, cicatrici, edemi, fibrosi, detenzionamento, trattamento trigger point…). La benda di silicone viene generalmente avvolta sulla zona da trattare con una compressione più o meno forte che sarà dettata sia dal metodo di applicazione, sia dalla resistenza della benda stessa. Una volta concluso il bendaggio il paziente effettuerà sotto la guida del terapista dei movimenti specifici, attivi, passivi o contro resistenza in diverse direzioni, volti soprattutto al recupero di un determinato movimento deficitario (da migliorare).

Tre sono i punti cardine della Flossing Therapy:
• il miglioramento della mobilità;
• la diminuzione del dolore;
• la riduzione dei tempi di recupero.

Questo metodo di trattamento che lega l’area della terapia manuale a quella kinesiologica, rappresenta il modo migliore per ripristinare le superfici di scorrimento, rilasciare punti trigger miofasciali, rimuovere il tessuto cicatriziale, ridurre l’infiammazione ed il gonfiore delle articolazioni e migliorare la qualità del movimento in presenza di restrizioni o contrazioni di ogni tipo.

Perché la Flossing Therapy funziona?

Esistono diverse motivazioni per le quali la Flossing Therapy ha un effetto terapeutico brillante. Analizziamole insieme:
Richiamo vascolare: la compressione ischemica (limitando il flusso sanguigno) può fare miracoli per il corpo umano, specialmente nelle aree in fase di recupero . L’iperemia compressiva e reattiva che segue (nuovo afflusso di sangue) può fondamentalmente nutrire, rigenerare e ripristinare il tono muscolare e neurologico in un’area. Inizialmente, soprattutto nei casi di forte gonfiore, la Flossing risulterà abbastanza fastidiosa, ma a 2 minuti di compressione dei tessuti, durante la rimozione della benda, la parte trattata risulterà molto più leggera e libera.
Lavoro sulle aderenze: la pin-and-stretch del tessuto esiste da secoli e rappresenta un punto fermo nel mondo della fisioterapia sportiva. Questa tecnica di allungamento (pin-and-stretch) focalizza la forza di un allungamento su una specifica regione muscolare. Il terapista usa la mano (o altra parte del corpo come il gomito o l’avambraccio) per posizionare manualmente un perno su un determinato punto e creerà successivamente delle forze dirette all’allungamento di quel determinato muscolo “pinzato”. Il perno agisce per impedire alla forza di allungamento di diffondersi al resto del muscolo oltre la punta del perno. La Flossing Therapy porta la tecnica a un livello completamente nuovo. Sappiamo già come comprimere i tessuti, ma se aggiungiamo uno strato attivo di movimento, ora otteniamo tessuti (che altrimenti avrebbero giocato a tiro alla fune a causa di vecchi tessuti cicatriziali o di adesione) costretti a scivolare tra di loro, mentre altri sono bloccati dalla benda di compressione. Questo genererà un movimento che romperà le resistenze tissutali e consentirà una libertà di movimento di ogni singolo strato tissutale. La mobilizzazione/stimolazione di ogni singolo tessuto garantirà un miglioramento globale del movimento.
Approccio globale di trattamento (area di effetto): l’applicazione della Flossing Therapy consente di lavorare su una grande area proprio perchè genera una risposta anche di tutte le componenti circostanti ( fascia, fluidi, muscoli, tendini, articolazione).
Movimento dei fluidi: oltre al flusso sanguigno, la compressione influisce anche sul sistema linfatico. Quando le aree sono gonfie ed edematose, la teoria della compressione ha dimostrato di alleviare lo stress del sistema linfatico, espellendo il ristagno dei liquidi dalla zona lesa. Sappiamo che il sistema linfatico ha quelle che sono essenzialmente valvole a senso unico e la muscolatura, attraverso il suo movimento di pompaggio naturale, spingerà la linfa fuori dall’area traumatizzata indirizzandola verso le zone di scarico.
Stabilizzazione: dopo un trauma l’esecuzione di alcuni movimenti possono risultare complicati. Avere una benda avvolta attorno ad un’area offre supporto fisico, fungendo da esoscheletro elastico e contribuendo a migliorare la propriocezione intorno a quell’area. La Flossing Therapy, dunque, rappresenta un ottimo strumento per aggiungere un senso di stabilità all’esecuzione di alcuni movimenti.

Metodologie di utilizzo

Esistono varie metodologie di utilizzo della Flossing Therapy. Come detto precedentemente, questa tecnica può essere utilizzata in moltissime patologie con modalità di applicazione estremamente diverse. Alla base di tutto ci deve essere ovviamente un’adeguata conoscenza dell’anatomia, delle tecniche di mobilizzazione e di lavoro globale di tutta la zona trattata.
• TECNICA DI COMPRESSIONE: mobilizzazione articolare, release miofasciale, mobilizzazione degli edemi, combinazione con tecniche di mobilizzazione passive, attive-assistite, attive.
• TECNICA DI DECOMPRESSIONE ARTICOLARE: mobilizzazione in decompressione delle strutture miotendinee dell’articolazione trattata, rilascio miofasciale
• TECNICA NEURONALE: lavoro in neurodinamica, miglioramento del movimento del tessuto dal punto di vista globale, decompressione delle strutture miofasciali lungo il tratto nervoso.
• TECNICA DI CORREZIONE POSTURALE: lavoro funzionale per il ripristino della corretta biomeccanica anatomica.
• TECNICA DI RINFORZO DEL TONO E DEL TROFISMO MUSCOLARE: lavoro attivazione muscolare per la facilitazione del lavoro sull’ipertrofia attraverso la restrizione del flusso vascolare.

Applicazione della Flossing Therapy nella distorsione di caviglia

Quando si incorre in una distorsione di caviglia, che si tratti di un evento traumatico o recidivante (già avvenuto in passato), è necessario intervenire in primo luogo seguendo il protocollo P.O.L.I.C.E. (già visto) al fine di ridurre al minimo le conseguenze che questo tipo di trauma comporta non solo alla zona in sè, ma al corpo inteso come totalità (disfunzioni ginocchio, disfunzioni bacino, disfunzioni viscerali, adattamenti posturali sbagliati etc…). Per capire questo concetto in modo semplice, prendiamo come esempio l’effetto domino, una reazione a catena che si verifica quando un piccolo cambiamento ne genera esattamente uno analogo dando avvio ad una sequenza di cambiamenti lineari.

Il corpo funziona in questo modo, ad ogni adattamento ne seguirà un altro ed un altro ancora; per questo il consiglio è sempre quello di prevenire questo susseguirsi di alterazioni e di rivolgersi ad un professionista per evitare qualsiasi spiacevole conseguenza, anche a lungo termine. Dopo una distorsione di caviglia generalmente si attiva un processo infiammatorio che causerà edema, gonfiore, calore, difficoltà nel compimento di un movimento completo e dolore. La Flossing Therapy rappresenta un’evoluzione nel panorama delle tecniche manuali e kinesiologiche per questo tipo di situazioni che nella traumatologia sono all’ordine del giorno. Il lavoro con la Floss band rappresenta una forma di mobilizzazione e manipolazione dei tessuti molli che avrà come conseguenza un rilascio miofasciale immediato. La benda elastica verrà applicata sulla caviglia in modo tale da creare una compressione di tutto il distretto e la pressione generata, unita al movimento attivo del paziente sotto indicazione del terapista, andrà a rompere le aderenze tissutali generate dal trauma, stimolando al contempo un drenaggio linfatico che avrà come conseguenza la riduzione del gonfiore, il miglioramento della mobilità muscolare e della gamma di movimento. Durante la compressione, il flusso sanguigno viene limitato, ma una volta rimossa la benda, si genererà un’iperemia reattiva, un richiamo ematico nell’area sottoposta al trattamento, che andrà a nutrire i tessuti danneggiati con ossigeno e diverse sostanze nutritive. Questo processo consentirà un’ accelerazione evidente dei tempi di recupero.

Effetti della Flossing Therapy

Molteplici sono gli effetti che la Flossing Therapy ha da offrire in moltissime patologie, anche se essa può tranquillamente essere usata come tecnica preventiva e di miglioramento della performance sportiva. Vediamo insieme gli effetti più significativi:
• riduzione del dolore
• riduzione degli spasmi e delle tensioni muscolari
• ripristino del completo rom articolare (range of motion)
• ripristino della corretta biomeccanica articolare, ovvero del corretto funzionamento sincrono dei movimenti tra i vari distretti che vanno a formare l’articolazione
• rilascio delle aderenze e restrizioni della fascia (release miofasciale)
• accelerazione della guarigione dei tessuti attraverso il richiamo ematico che andrà a nutrire i tessuti danneggiati
• attivazione dei fibroblasti
• attivazione dei processi di drenaggio
• mobilizzazione diretta sui tessuti più resistenti quali i tendini, i legamenti e le fibrosi
• mobilizzazione degli edemi
• possibilità di compiere un lavoro combinato attraverso l’utilizzo di tecniche funzionali
• lavoro su tono e trofismo muscolare

Controindicazioni della Flossing Therapy

Come qualsiasi tecnica, anche la Flossing Therapy mostra controindicazioni al suo utilizzo, quali:
• lesioni cutanee
• disfunzioni organi interni
• presenza di infiammazioni microbiche
• trombosi venosa profonda
• malattia occlusiva arteriosa
• insufficienza cardiaca
• diabete
• fratture
• punti di sutura
• artrite reumatoide
• flebite
• uso di anticoagulanti
• tumori
• linfedema

O SCEGLI UN ALTRO METODO DI CONTATTO

Vuoi risolvere il tuo problema? Contattaci!

WHATSAPP

Scrivici Siamo Disponibili
dalle 7:30 alle 20:00

NUMERO DI TELEFONO
370 325 1275

TELEFONO

Chiamaci Siamo Disponibili
dalle 7:30 alle 20:00

NUMERI DI TELEFONO
0775 487906
370 325 1275

VIA MAIL

Inviaci una email a:
prenotazioni@f-medical.it
con il numero di telefono e i dettagli della prenotazione

F-Medical Group è convenzionato con tutte le principali Compagnie Assicurative, Fondi Sanitari Integrativi e Casse Mutua

Assicurazioni e Fondi Sanitari Integrativi

Sai di essere in possesso di un fondo di assistenza sanitaria integrativa?

Molti contratti collettivi
lo prevedono!
Anche tu potresti già  averlo e non saperlo!

Consulta la guida per scoprirlo

Puoi accedere a prestazioni sanitarie come visite specialistiche e odontoiatriche,
esami diagnostici, fino a grandi interventi e ricoveri programmati con:

orologio.jpg

Tempi di attesa ridotti
Attraverso un servizio di consulenza,
avrai accesso in maniera rapida a tutti i servizi
del Medical Group

euro.jpg

Rimborso diretto o indiretto
Una modalità che ti permette
di non pagare la prestazione,
la terapia, e l’intervento chirurgico

relax.jpg

Consulenza personalizzata
Sono disponibili dei consulenti che
supporteranno il paziente durante il
suo percorso nel Medical Group

Assicurazioni e Fondi Sanitari Integrativi

Sai di essere in possesso di un fondo di
assistenza sanitaria integrativa?

Molti contratti collettivi lo prevedono!

Anche tu potresti già averlo e non saperlo!

   Consulta la guida per scoprirlo!