Fibrolisi
F-Medical Group Frosinone

AFFIDATI AL TEAM DI SPECIALISTI E IN BREVE TEMPO RISOLVEREMO IL TUO PROBLEMA

O SCEGLI UN ALTRO MEDOTO PER ESSERE RICONTATTATO

Vuoi risolvere il tuo problema? Contattaci!

RICHIAMATA

Inviaci il tuo numero e ti richiamiamo noi

TELEFONO

Chiamaci Siamo Disponibili
dalle 7:30 alle 20:00

NUMERO DI TELEFONO
0775  487906

VIA MAIL

Inviaci una email a :
con il numero di telefono e i dettagli della prenotazione

Vuoi risolvere il tuo problema? Contattaci!

Invia il tuo numero, ti richiamiamo 
prenotazioni@f-medical.it

INDICE

La Fibrolisi diacutanea (dia deriva dal greco dià, ossia attraverso; quindi Fibrolisi attraverso la cute) è una metodica messa a punto da un fisioterapista svedese, Kurt Ekman ed effettuata nel F-Medical Group di Frosinone. Tale metodica, che si avvale di particolari strumenti detti fibrolisori, viene utilizzata in vari ambiti (fisiatria, medicina sportiva, ortopedia e reumatologia) e ha mostrato interessanti risultati in varie situazioni morbose a carico di tessuti molli e nelle fibrosi pararticolari e periarticolari.

Com’è noto, in presenza di problematiche in fase acuta, la risposta del nostro organismo non sempre è ottimale. Il processo di guarigione può non essere perfetto e il risultato potrebbe essere la formazione di “cicatrici” nei muscoli o nei tendini. Tali cicatrici si presentano sotto varie forme come noduli o aderenze fibrose. A volte il processo di riassorbimento di tali strutture può durare mesi, se spontaneo, a volte può invece non avvenire. La Fibrolisi effettuata in F-Medical Group cerca di avviare o accelerare il processo di riassorbimento, riportando il tessuto in condizioni di normalità.

Effetti della fibrolisi

Se effettuata in modo corretto, la Fibrolisi ha, nelle situazioni citate in precedenza, un’efficacia superiore a quella dimostrata da altre metodiche fisioterapiche (idromassaggi, ultrasuoni ecc.).

La Fibrolisi ha mostrato una certa utilità non solo a fini terapeutici, ma anche diagnostici: grazie ad essa si è in grado di localizzare eventuali formazioni fibrose nei tessuti molli proprio perchè i fibrolisori, grazie alla loro particolare forma, permettono l’esplorazione e la localizzazione di processi reattivi.

La Tecnica

  • La strumentazione che viene utilizzata per effettuare la Fibrolisi diacutanea consiste sostanzialmente in una serie di fibrolisori in acciaio inox dalla diversa curvatura.
  • La Fibrolisi può apparire una metodica di facile esecuzione, ma in realtà richiede un’ottima manualità e una notevole sensibilità.
  • Una seduta di Fibrolisi diacutanea consta sostanzialmente di due fasi: la prima è quella diagnostica, mentre la seconda consiste nell’intervento manuale vero e proprio.
  • Il terapista agisce in modo diverso a seconda della profondità della formazione fibrosa; se quest’ultima è localizzata abbastanza superficialmente e si può comprimerla agevolmente sul piano osseo, il terapista del F-Medical Group di Frosinone effettua la Fibrolisi con dei movimenti di va e vieni muovendo la cute su piani più profondi. Se il problema è localizzato in un settore muscolare abbastanza profondo, le manovre saranno più complesse e articolate.
  • Il fine ultimo della Fibrolisi è quello di riuscire nel giro di poche sedute a frammentare meccanicamente il corpo fibroso. Se non è possibile effettuare una frammentazione completa, talvolta si rivela sufficiente l’allontanamento del corpo fibroso dalle terminazioni sensitive irritate responsabili dei sintomi dolorosi.
  • La Fibrolisi non è una metodica indolore e il dolore in certi casi può essere particolarmente intenso, in particolar modo nei punti in cui sono presenti le maggiori aderenze. Terminata la seduta non è escluso un temporaneo riacutizzarsi della sintomatologia dolorosa; questo problema però tende a risolversi nel giro di poco tempo.
  • La Fibrolisi diacutanea è controindicata nel caso di soggetti affetti da notevole fragilità capillare o da disturbi della coagulazione. La metodica è altresì sconsigliata nei soggetti molto anziani e in tutti coloro i quali risultino essere particolarmente sensibili.